QUESTO INFINITO AMORE un romanzo di Luca Toschi - "I sassi neri"


QUESTO INFINITO AMORE un romanzo di Luca Toschi - "I sassi neri"

Prezzo vecchio 8,00 €
6,80
Prezzo IVA inclusa


IN LAVORAZIONE - NON DISPONIBILE

(VERSIONE E-BOOK)

Il ROMANZO "QUESTO INFINITO AMORE" DI LUCA TOSCHI È STATO PRESENTATO PER IL PROGETTO LETTERARIO "I SASSI NERI".

NELLA SEZIONE BLOG È PRESENTE L'INCIPIT DELL'OPERA - ACCEDI PER LEGGERE GRATUITAMENTE.

 

LUCA TOSCHI vive a Longare (VI).

Dice di se: da diversi anni lavoro come responsabile della biblioteca comunale di Sovizzo, in provincia di Vicenza. Da quando, ancora molto giovane, ho scoperto la magia contenuta nei libri, leggere è diventata una delle mie più grandi passioni e mi ha consentito di fare meravigliose scoperte ma, cosa ancora più importante, di pormi sempre nuove domande.

A seguito dell’incontro, nel corso dei miei studi superiori, con le opere di Luigi Pirandello ho preso coscienza che quello che mostriamo, la nostra faccia pubblica, non corrisponde mai a quello che realmente siamo, e di questo nella vita ne ho fatto poi continua esperienza. Per cercare di capire cosa si nasconde, davvero, dietro alle infinite maschere che ognuno di noi indossa nel suo relazionarsi con gli altri mi sono negli anni interessato anche di pittura e di teatro, poiché ritengo che solamente l’Arte possa svelare in parte il mistero.

Ho fondato e diretto, per quasi venticinque anni, una piccola compagnia teatrale lavorando con la quale ho tentato di indagare proprio i rapporti ed i confini che separano l’essere dalla maschera, le verità e le esigenze dell’individuo da quelle di una qualunque forma di potere, la storia dal mito. E sempre ogni mia ricerca, ogni mia esperienza, ogni mia passione ha finito con l’essere appuntata su fogli di carta.

Di fronte ad alcuni recenti episodi familiari e personali, tra i quali la nascita del mio primo bambino e la morte dei miei genitori, ho sentito forte il bisogno di dare una qualche unità alle molte vite che ho vissuto e ai molti sogni che ho sognato, per poter fare i conti con me stesso e per poter lasciare un giorno una testimonianza a mio figlio.

Da questo tentativo è nato il romanzo “Questo infinito amore”.

 

"Su di un antico molo perduto all'orizzonte una figura avvolta nella nebbia attende. È un sognatore e come tale non ha età. Seduto su di una panchina di pietra, lo sguardo intento a scrutare il nulla, aspetta. Accanto a lui un quaderno consumato da parole fitte e minute, scritte rapidamente e in parte ormai sbiadite. È tutto ciò che possiede.

Uscendo dalla nebbia un Uomo si avvicina. Vede il Sognatore e si arresta poi, incredulo, lo riconosce. D’improvviso Il vento si leva e la nebbia si alza. Dove prima era solo oscurità è ora un bianco vascello che avanza, le vele alzate, leggero come un sogno smarrito. La nave accosta ed una passerella viene calata in silenzio.

Confuso, il sognatore vede discenderne incerte figure. Sono un vecchio marinaio in compagnia di una elegante signora, e poi una donna anziana, una bambina e un giovane pittore. Infine, ne discende un matto, in compagnia di un Angelo e di un piccolo cane. Storie diverse, perdute nel vento, frammenti tutti di un unico sogno.

Tutti in attesa. Quando ecco dal fondo del molo anche l’ultimo passeggero arriva e, dopo un abbraccio troppo a lungo rimandato, il Vascello può finalmente riprendere il viaggio.

Cerca anche queste categorie: AVVENTURA, FANTASY, ROSA, ROMANZI, Home page