fbpx

GINA GINA BIRICHINA di Maria Cristina Grasso

Nel paese che non c’è, era sempre autunno.

In quel dì del paese che non c’è, viveva Gina, che tutti chiamavano “La Birichina”.

Gina aveva capelli arancioni, gote rosse e un bel sorriso.

Con il suo cappottino andava in giro, alla ricerca di ricci e castagne.

Di carote, zucche, arance e mandarini lei era ghiotta.

Un giorno La Birichina, si era tutta imbellettata e …

uscì insieme alla sua mamma per fare una lunga passeggiata.

Dopo tanto camminare, giunsero in città ed entrarono dal fruttivendolo.

Gina Gina monellina, saltellando qua e là, si nascose dentro un cesto di zucche e sprofondò nel sonno.

Improvvisamente da una delle zucche si aprì una porticina.

Gina fece un passo avanti per entrare, ma capitombolò in un fosco bosco.

Cammina, cammina Gina Gina Birichina, si ritrovò davanti ad un’enorme casa di zucca la cui porta era socchiusa.

La bambina chiese:

‹‹Permesso? C’è qualcuno? Sono Gina Birichina … »

Ma nessuno le rispose.

Su una tavola apparecchiata c’eran pane e marmellata, ne assaggiò una fettina quella bimba monellina.

Vide anche un pentolone. Trasaliva buon odore.

Ad un tratto, fuori dalla casa si udì una gran voce:

‹‹Che gran fame! L’odor della cucina mi fa venire l’acquolina!»

Entrò Bruno, un cinghiale grosso, grosso e brontolone.

Lesta, lesta Gina si tuffò nel cesto delle carote.

Quando Bruno vide il morso sulla fettina di pane, ebbe il sospetto che fosse entrato qualcuno:

‹‹Chi è là? Qualcuno è entrato! Sarà stato uno spiritello o un bimbo monello?»

Dopo un po’ non ci pensò più e affondò la zampa nel cestino con le carote.

Anziché una carotina tirò fuori una bambina:

‹‹Guarda, guarda cosa ho trovato! … »

Dopo aver riflettuto per qualche minuto … il cinghiale esclamò:

‹‹Quasi, quasi ci faccio una minestrina con questa tenera bambina! … »

Gina Gina non poteva credere alle sue orecchie e gli rispose con temperamento coraggioso:

‹‹Che ti salta in mente? Non vedi che sono una bambina?»

Passò di lì una Volpe di nome Rubina che udì la conversazione.

Si avvicinò al davanzale della finestra della casa e salutò il cinghiale:

‹‹Buongiorno Bruno, che strana carotina hai tra le zampe! … »

Gina stizzita si rivolse a Rubina:

‹‹Ti ci metti anche tu Volpe? Non sono una carotina e non sono strana! Neanche un po’!»

La volpe aguzzò meglio la vista:

‹‹Amico Cinghiale … ma lei è Gina dai capelli arancioni! … »

E con voce saccente gli consigliò:

‹‹Gina dai capelli arancioni se la mangi saran problemoni!»

Bruno basito ribattè:

‹‹Spiegati meglio Rubina! … »

La Volpe gli rispose:

‹‹Diventerai arancione anche tu! Ti consiglio di metterla giù!»

Il cinghiale dubbioso affermò:

‹‹Come faccio a sapere che tu mi stia dicendo la verità?»

Rubina sbottò in una fragorosa risata:

‹‹Già immagino la scena, tutto il bosco riderà … tu sei libero di provare ma poi non venire da me a piagnucolare! … »

Gina Gina era stata fortunata! Rubina conosceva tutti gli animali del bosco e sapeva che, sebbene il cinghiale fosse ingordo non avrebbe mai rinunciato al colore del suo manto, di cui andava molto fiero, lui così temuto non avrebbe lasciato che qualcuno lo deridesse!

Fu così che quando Rubina voltò le spalle per andar via dicendogli:

‹‹Inizio a fare un bel giretto … chissà che non incontri un amichetto … a cui iniziare a raccontare di questo scherzetto! … »

Il cinghiale si convinse senza alcuna esitazione a lasciar libera la Birichina.

Rubina e Gina ripresero il loro cammino, lontane da Bruno che stava già gustando la sua saporita minestra.

‹‹È ora di tornare dalla tua mammina, piccola Gina! … » suggerì Rubina.

Gina Gina birichina ammirò la gentilezza e l’astuzia con le quali la Volpe era riuscita a salvarla dalle grinfie del cinghiale, volle così ringraziare Rubina e le propose di tornare insieme a lei nel Paese che non c’è, per rimanere sempre buoni amici.

Rubina le rispose:

‹‹No bambina … voglio rimanere in questo fosco bosco, il tuo mondo non è il mio posto. Se vuoi ricordarti delle cose belle, alza gli occhi e guarda le stelle!»

Intanto da lontano si udì la voce disperata della mamma urlare:

‹‹Gina Gina salterina, torna dalla tua mammina! … »

Gina allora si svegliò e dopo un grosso sbadiglio tra le braccia della sua mamma si tuffò.

Così, ogni sera, prima di andare a dormire Gina alza gli occhi al cielo e per ricordare le cose belle non si dimentica di guardare le stelle.

 

… ad ognuno la sua casina, ad ognuno la sua mammina … giallo, rosso o arancione, verde, blu o marrone ad ognuno il suo colore …

Buona notte a tutti i bambini, anche ai più birichini.

GINA GINA BIRICHINA è un racconto di Maria Cristina Grasso

I libri pubblicati da ISEAF Books sono in vendita su AMAZON e nelle librerie

Comments

  • SALVO
    11/03/2021

    Complimenti! Il racconto è molto carino e meravigliose le illustrazioni!!

    reply
    • Rosaria
      12/03/2021

      Bel racconto. Illustrazioni perfette. Ottimo da proporre a scuola e nei centri educativi

      reply
  • Tania
    11/03/2021

    Racconto molto carino con Disegni ben Fatti i cui colori mettono allegria,

    reply
    • Rosaria
      13/03/2021

      Ho constatato che manca la modalità cartacea. Sarebbe utile e altamente fruibile con i bambini. È prevista la pubblicazione in questa modalità?

      reply
  • Birichino
    11/03/2021

    Tanti augurioni, davvero un bel raccontino birichino

    reply
  • Ylenia
    11/03/2021

    Davvero un bel racconto, reso ancora più interessante dalle bellissime illustrazioni.

    reply
  • Luigi
    12/03/2021

    Bellissimo libro e bellissime le illustrazioni complimenti

    reply
  • Simona C.
    12/03/2021

    Complimenti Maria Cristina!
    Bel racconto e Notevoli illustrazioni!

    reply
  • Chiara
    12/03/2021

    Complimenti! Il racconto é bellissimo e le illustrazioni Splendide!

    reply
  • Nadia
    12/03/2021

    Ottimo racconto per bambini e molto particolari le illustrazioni

    reply
  • Luana
    12/03/2021

    Dolcissimo racconto, splendide Illustrazioni! Complimenti Davvero!

    reply
  • Sandra
    12/03/2021

    Davvero bello! Complimenti

    reply
  • L’aura
    12/03/2021

    Una storia per bambini e bambine! Essi possono incontrare, fin da piccoli, i grandi valori di ogni tempo e luogo: la gentilezza, l’amore e l’amicizia, l’accoglienza e il coraggio. Le immagini realizzate dalla creatività della straordinaria autrice accompagnano magistralmente la fluidità del racconto. Assaporate le rime e i colori, nelle loro sfumature! I più piccini apprezzeranno e della curiosa Birichina si affezioneranno!!!

    reply
  • Barbara
    12/03/2021

    Il racconto è bellissimo e le illustrazioni meravigliose, complimenti all’autrice !!!!

    reply
  • Valeria
    12/03/2021

    Complimenti per le meravigliose illustrazioni e per il delizioso racconto. Brava Maria Cristina Grasso!

    reply
  • Consuelo
    12/03/2021

    Molto Simpatico.risveglia la fantasia e porta i bimbi in un mondo Incantato pieno di cose belle che allontanano per un po’ il pensiero dalla pandemia in atto.

    reply
  • Teress
    12/03/2021

    Davvero stupefacente!!!i miei bimbi ne sono rimasti entusiasti….illustrazioni da favola!!!

    reply
  • Federica
    12/03/2021

    Bello il racconto (ho apprezzato molto l’abilità di Volpina) e carinissimi i disegni.

    reply
    • Federica
      12/03/2021

      Rubina*

      reply
  • Simo
    12/03/2021

    Auguri Cristina , un bel racconto ben fatto e illustrato.!!

    reply
  • Quanita vergari
    13/03/2021

    Complimenti!!! Disegni e storia veramente carini!! ❤

    reply
  • Trano
    13/03/2021

    Molto belo u raconto

    reply
  • Adriano
    13/03/2021

    Un racconto educativo, una storia per bambini ma anche per adulti. Illustrazioni meravigliose! Complimenti Maria Cristina! Spero davvero un giorno di poter comprare un libro con la tua storia. Intanto grazie Per Averci Fatto Sognare.

    reply
  • Daniela
    13/03/2021

    L’ho Letto tutto d’un fiato, incuriosita di cosa sarebbe successo dopo. Sono tornata bambina. Curati e Bellissimi i Disegni che corredano li racconto. Brava e completa l’autrice.

    reply
  • Erica
    13/03/2021

    Bellissimo racconto fa davvero viaggiare con la fantasia! Complimenti ?❤️

    reply
  • 13/03/2021

    Bravissima Maria Cristina, piacevole racconto e adorabili illustrazioni.

    reply
  • manuela
    13/03/2021

    Complimenti, l’ho letto con particolare interesse. Trovo che sia curato nell’espressione e nella grafica. Lo leggerò anche ai miei piccoli. In attesa di comprare una stampa, lo Proporrò tramite il link.

    reply
  • Cri
    13/03/2021

    Molto bello, specialmente la morale alla fine!

    reply
  • Alida Brazzaventre
    13/03/2021

    bella favola e bei disegno. , complimenti.

    reply
  • Raffaella
    14/03/2021

    Simpatico racconto, corredato da altrettanto curate illustrazioni. Complimenti all’autrice, spero che potrà essere letto da tanti bambini!!!

    reply
    • Luisa
      28/03/2021

      Bellissime illustrazioni e racconto ben scritto e adatto ai bimbi! Complimenti all’autrice Maria Cristina Grasso

      reply
  • Oscar
    14/03/2021

    Libro molto piacevole, illustrazioni molto caratterizzate e simpatiche. Consiglio molto sopratutto a chi ha bambini piccoli

    reply
  • Faber
    14/03/2021

    Complimenti molto bello Semplice ma incisivo accompagnato da disegni simpatici che contestualizzano la storia – Lo trovo molto adatto per Accompagnare i bambini con la fantasia

    reply
  • Marta
    16/03/2021

    Complimenti! Racconto coinvolgente ed illustrazioni ben fatte. Brava Maria Cristina

    reply
  • Veronica
    20/03/2021

    Complimenti all’autrice M.Cristina Grasso, sia L’ ‘illustazione che il racconto sono Deliziosi….i miei bimbi si sono molto Divertiti con Gina , coraggiosa e biricchina ??

    reply
  • Luisa
    28/03/2021

    Bellissime illustrazioni e racconto ben scritto e adatto ai bimbi! Complimenti all’autrice Maria Cristina Grasso

    reply
  • Luisa
    28/03/2021

    Bellissime illustrazioni e racconto ben scritto e adatto ai bimbi! Complimenti all’autrice Maria Cristina Grasso

    reply
  • Mel
    30/03/2021

    Un racconto armonioso supportato da bellissimi disegni. Bravissima l’autrice. Spero di leggerne tanti altri.

    reply

Post a Comment