La cartomante

‹‹Ahh, sei il nipote della Vanna, vieni, mettiti a sedere!›› dice la vecchia cartomante abbozzando un sorriso forzato.
‹‹Si, mi ha mandato lei; ha voluto a tutti i costi che venissi qui. Dice che lei è così brava!›› dichiara il ragazzo sedendosi difronte alla anziana e arcigna donna che è al tavolino.
‹‹Allora, vediamo di cosa si tratta!›› esclama la maga scoprendo una carta ‹‹Ma che bravo, ti sei laureato!››
‹‹Si, due settimane fa!››
La veggente scopre un’altra carta
‹‹In elettronica! Ma che bravo!››
‹‹Grazie!››
Un’altra carta.
‹‹Uhhhh! Hai però un brutto chiodo in testa! E quanto è lungo!››
‹‹Cominciamo bene!›› dice a sé stesso il ragazzo.
Un’altra carta.
‹‹È come mi ha detto tua nonna: non esci più dalla tua camera;›› ancora carta ‹‹e hai perso l’appetito. Brutta storia!››
‹‹Si!››
‹‹Solo che ci spicciamo!›› esclama il ragazzo dentro di sé.
Ancora carta ‹‹E con la ragazza non ci salti fuori.››
‹No!››
‹‹Quanto la fa lunga!›› riflette ancora lui.
Un’ altra carta.
‹‹Dieci giorni fa…›› carta ancora ‹‹le hai offerto una rosa…›› ancora carta ‹‹e lei, l’è andata a mettere…›› un’altra carta ‹‹sul monumento ai Caduti!››
‹‹Sì!››
‹‹Sai che scoperta! L’hanno saputo tutti in paese!›› ripete a sé stesso il giovane.
‹‹Hai portato i soldi?››
‹‹Certo!››
‹‹Allora, sono 150 Euro, vuoi la ricevuta?››
‹‹No!››
‹‹Bene, tua nonna ti ha già detto tutto; Io ti stampo la filastrocca; tu la devi imparare a memoria e gliela racconti quando siete soli; e senza rumori intorno, hai capito?››
‹‹Sì.››
‹‹Guarda che se sbagli una sola virgola, non funziona più niente! Fai tutto fatto per bene e vedrai che lei ti ascolta. Sono stata chiara?››
‹‹Si, è stata chiara.››
‹‹Che razza di una strega!›› ragiona il ragazzo.
‹‹Vediamo che chiodo è quello che ha in testa l’elettronico.›› Ancora una carta ‹‹Ecco! Però! Ha i capelli rosso fuoco!››
‹‹Sì.››
‹‹La carnagione molto chiara…›› afferma la vecchia cartomante.
‹‹Si.››
Scopre una carta ancora.
‹‹Ma guarda, ha tante lentiggini! Deve essere davvero carina.››
‹‹Sì, molto.››
‹‹Questa non te la togli più dalla testa;›› ancora una carta ‹‹ma guarda! Non è straniera?››
‹‹No, è del paese, si chiama Antonella.››
‹‹Chiii! La figlia della benzinaia?››
‹‹Si, lei …››

La cartomante è un racconto di Claudio Balboni