fbpx

Mese: Novembre 2019

Opacità.Scomposizioni.Frammenti di sostanze disgregatesi in un luogo apparentemente nitido.Cellule di sfaldamento umane.Polvere,che nei pensieri si fa materia agli occhinell’impallidire dei fiori, nei colori sbiaditinelle parole sterili, nei cieli densi,fitti ed impenetrabili.Un vaso li sorreggebaricentro di una vita che si va sgretolandoin un solo giorno.Lancette di orologi consumatiassalite le ore della finitezza.Perfezione assordante.Luce che l’hai reso […]
Mutismo corale, innaturale, computato Assenza di capitelli, colonne magre mangiate dalla pioggia bagno perpetuo del mondo che scioglie con tenacia conguagli frequenti. Capelli sugli occhi, visione laterale. Scegli le mie ossa, terra fradicia ripercorri il mio andamento, le linee che ci differenziano trasloco dai pregiudizi, indice di malore.Dammi le tue braccia, cerchio perfetto l’abbraccio. Anche […]
Occhi adombrati, trasparenze confutate,boccoli che appaiono al sol profilo.Definito, armonioso.Postura fondata su certezze immutabili.Divani consumati da quesiti.Sei la risposta ad essi.Il punto di vista, l’oltre.L’alternativa a schemi mentali, fondamenta, costruzioni interrottescheletri di cemento su ammassi di necessità, bisogni, sogni.Intravediamo l’amore ma non lo afferriamo.Ci hanno tolto le mani.Chi ci accarezzerà ora?Ci resta l’andare.Fecondi cammini sotto […]
1. Prologo Tutto ha avuto inizio cinque anni fa, quando decidevo di scrivere un romanzo dal titolo che sembra un ossimoro, “Straordinario e ripugnante”, dopo avere contratto un innamoramento che non potevo definire altrimenti. Non a caso uso il verbo contrarre, che stranamente si addice al matrimonio come alla malattia. Infatti, in quegli anni di […]
Intento a consumare una cerveza in un locale nei pressi della metro Opera di Madrid, il giovane F. si concedeva qualche ora di ozio in attesa di rimpatriarsi. Leggendo il giornale rimase affascinato da un articolo statistico sugli incidenti domestici: affermava che ogni anno, proprio nel Bel Paese, ne avvengono quasi cinque milioni, di cui […]
1. Prologo Apre gli occhi. Li richiude subito. Le fa troppo male la testa. Si rituffa nel sonno, ma il mal di te-sta diventa il sogno del mal di testa. Tanto vale alzarsi. Leggera nausea appena tenta di tirarsi su appoggiandosi a un gomito. La stanza vacilla. Stringe tra il pollice e l’indice l’attaccatura del […]
COLLINE DI ATENE 407 a.C. AEROPAGO SOMMO TRIBUNALE DI ATENE ACCUSATO: «Ora è il momento di festeggiare, di abbandonarsi alle sfrenate evoluzioni della danza, ascoltando le inebrianti armonie della musica. Questo è il momento di battere ritmicamente il piede, volteggiare nell’aria e liberare lo spirito dai vincoli e dalle catene. Cantare, ballare, abbracciarsi e darsi […]
Un giovane pappagallo che aveva da poco imparato a volare, decise un giorno di lasciare il suo nido. Andò, dai suoi genitori e chiese loro il permesso di andare. Sebbene molto preoccupati papà e mamma acconsentirono tra lacrime e abbracci. «Addio!» disse il pappagallino ai suoi fratellini «Io parto. Voglio essere libero di andare in […]
Prologo Ancora intontito, si sfilò il pigiama e rimase in mutande. Le gambe secche risaltavano sul ventre gonfio.Piegato sul lavandino, si sciacquò il viso con l’acqua fredda, scacciando gli ultimi brandelli dell’incubo notturno che lo aveva coinvolto. Non riusciva a ricordare interamente le fasi del sogno. Era però consapevole della sgradevole sensazione che ancora permaneva […]
INTRODUZIONE «Da dove veniamo? Chi siamo? Dove andiamo?» sono frasi che udiamo spesso, pronunciate da persone le più disparate, nei luoghi i più inconsueti, da persone le più diverse. Sono parole che, quando provengono da non addetti ai lavori, costituiscono per lo più modi di dire, quasi dei semplici intercalari, espresse senza molto riflettere sul […]